1

IL NATALE SI TINGE DI GREEN

“Onorerò il Natale nel mio cuore, e cercherò di conservarmi in questo stato d’animo per tutto l’anno.

Vivrò nel passato, nel presente e nel futuro, e i tre spiriti saranno sempre presenti in me.”

– Charles Dickens –

Vi accendo un ricordo, prendendo spunto dal fantasma del Natale passato, celebre personaggio della famosa opera “a Christmas Carol” di Charles Dickens, che personalmente adoro. E’ il periodo che precede il Natale, è denso di magia e l’atmosfera natalizia permea tutto, provate quella gioia immensa che illumina i vostri occhi, gli occhi di un bambino, gioia che comincia molto tempo prima, quando la città si prepara alla festa e si accende di luci. Le strade colme di colori, profumi che provengono dalle panetterie con i loro dolci, il presepe e l’albero, magari la neve e la musica per le vie della città. 

Il Natale si sente anche a scuola, in classe, nei corridoi, nelle musiche e nei canti, nei disegni pieni di neve, nei vetri dipinti e il lavoro di ogni giorno sembra più piacevole, più leggero. Il Natale si sente in giardino che magari, con un p0′ di fortuna, si tinge di bianco grazie ad una spruzzatina di neve, si sente fra gli alberi e i cespugli tra cui ci si nasconde giocando a nascondino con guanti, sciarpa e cappello, talmente coperti che a malapena ci si riesce a muovere, ma non importa perché siete felici. 

Ognuno ha un’idea nuova per festeggiare il Natale, per addobbare l’aula; gli insegnanti hanno qualche volta un’aria di mistero… staranno preparando una sorpresa? La felicità è completa e più fuori c’è freddo, più dentro di noi sentiamo il calore che viene dallo stare insieme, dalla dolcezza e dall’incanto di questa festa.

Ebbene si, fra tutte le magie dell’inverno il Natale è sicuramente la più dolce ed ora, crescendo, seppur senza la frenesia e l’emozione provata da bambini, l’atmosfera natalizia si fa sentire, coinvolge tutto e tutti e fra la nostalgia per le feste passate e le emozioni per quelle presenti, alcune domande sul futuro ci vengono spontanee… magari mentre siamo accoccolati accanto al fuoco o sul divano sotto una coperta con un buon tè caldo in compagnia di un bel film o libro a tema natalizio, o magari passeggiando alla ricerca dei regali con l’aria invernale che ci scalda il cuore sotto un cielo freddo e dannatamente assurdo per la sua bellezza, per la sua immensità, per la sua gelida meraviglia.

L’inverno ha un fascino ineguagliabile.

Ma ahimè, tralasciamo per un momento il mio tanto amato fascino poetico invernale e torniamo ai fatti; perché il Natale si tinge di Green? Niente di strano, nessun Grinch nei paraggi intento a tinteggiare di verde la candida neve bianca, ma semplicemente solo qualche accorgimento o consiglio per festeggiare in modo consapevole e sostenibile. 

  • Un’albero di Natale eco-friendly

Team albero di plastica o albero vero? Inutile negarlo, entrambi hanno i loro pregi e i loro difetti. La chiave è sceglierne uno che sia il più eco-friendly possibile e di fatto il meno dannoso per il pianeta. Prima di qualsiasi altra cosa, per festeggiare un Natale sostenibile, scegliete il vostro albero assicurandovi di controllare la sua provenienza.

Per quanto riguarda gli alberi veri, se avete modo e spazio, sarebbe bella anche l’idea di acquistare un albero con le radici, da piantare magari in giardino e decorare anno dopo anno vedendolo crescere. O eventualmente acquistare un abete vero da tenere in casa e una volta terminato il periodo natalizio, avere un luogo in cui poter trapiantarlo. Per quanto riguarda l’acquisto, per ridurre ulteriormente il vostro impatto di carbonio, considerate l’acquisto dell’albero da un rivenditore locale. Se invece preferite un albero artificiale, il consiglio è quello di usarlo per più anni di seguito, infatti solo un suo utilizzo per circa 10 anni avrà un impatto ambientale inferiore a quello degli alberi veri.

Personalmente, per spazio e comodità, in casa mi piace avere un albero artificiale, da poter utilizzare con addobbi differenti di anno in anno, mentre sul balcone da un paio di anni c’è un piccolo abete vero che nel periodo natalizio viene addobbato senza causargli alcun danno e con decorazioni non invadenti e Green, con ciò passiamo al nostro secondo punto.

  • Creare decorazioni Natalizie e sostenibili

Il bello degli addobbi natalizi è poter dare libero sfogo alla creatività, prestando attenzione alla sostenibilità e creando comunque qualcosa di bello e accogliente. Le decorazioni natalizie realizzate con materiali naturali sono particolarmente adatte a questo scopo, in quanto non solo hanno un impatto minore sull’ambiente, ma hanno anche un aspetto chic e creano un’atmosfera intima e cozy in casa. Pigne, ramoscelli di abete, noci, mele, arance e cannella fanno parte di ogni Natale e si prestano perfettamente per creare decorazioni natalizie fai da te, da riutilizzare ogni anno o creandone sempre anche di nuove. Un altro must have del Natale sono sicuramente le lucine e anche in questo caso è possibile trovare un’alternativa più ecologica e utilizzare le luci a LED queste ultime infatti consumano fino all’80% in meno di elettricità rispetto a quelle a incandescenza e creano un effetto davvero molto bello.

  • I regali: anche i pacchetti dei regali possono essere Green

Per un Natale più sostenibile mettete da parte la carta da regalo e lasciate spazio alla creatività, cercando idee per confezioni alternative che possono essere riutilizzate o riciclate. Per esempio, al posto della carta, si può usare del tessuto, tovaglioli e sciarpe di seta. Basterà usare un po’ di creatività e legarli con lo spago (non è necessario il nastro adesivo di plastica). Il risultato sarà wow. Oppure, invece di comprare carta da regalo, sacchetti e nastri e fiocchi, utilizzate quello che avete già in casa, magari anche rimasto dai precedenti anni. Rimarrete sorpresi da quello che potreste trovare. 

Per quanto riguarda i bigliettini, anche questi ultimi possono essere sostenibili. Infatti  I bigliettini di Natale acquistati in negozio possono essere simpatici, eleganti e la soluzione perfetta per le dimenticanze dell’ultimo minuto. Tuttavia, consumano anche un’enorme quantità di risorse naturali per un oggetto che verrà probabilmente gettato nella spazzatura al termine della giornata. Provate allora a fare dei personali bigliettini d’auguri per i vostri cari; date libero sfogo alla fantasia e state pur certi che un pensiero che viene dal cuore farà sicuramente piacere alla persona cara. 

  • Pranzi e cene eco-friendly

Anche per quanto riguarda la parte più golosa è possibile essere sostenibili e a Natale si sa, “pancia mia fatti capanna!” e che capanna, altroché acquolina! E appunto anche in questo caso è possibile gestire e gustarsi il tutto all’insegna del Green; primissima cosa in assoluto è vietato buttare gli avanzi, via all’invenzione e creatività in cucina e alle nuove ricette e nuovi piatti. Per quanto riguarda le materie prime, il nuovo trend è di arricchire i propri piatti con prodotti locali e artigianali e acquistati a KM0. Infine, molta attenzione va anche alla tavola da abbellire assolutamente con tovaglia e tovaglioli di stoffa e piatti, posate e bicchieri all’insegna dell’eleganza; ma se per praticità preferite l’usa e getta, è preferibile, se non necessario, optare per prodotti riciclabili e bio.

Come avrete capito la parola chiave per un Natale Green è proprio la creatività, quindi niente paura e buttatevi con la vostra fantasia ed immaginazione per vivere a pieno la magia del Natale.